STANCO E STUFO

Sfogo

Di getto scrivo questo post.
Meglio non fare niente quando si ha uno stato d'animo spiacevole dice Buddha.
Ho deciso di fregarmene.
Anche questo è un lato di me che condivido con chi ha voglia di leggerlo.
Non mi è mai piaciuto raccontare solo i sorrisi e la gioia come se la vita fosse una puntata di Happy Days.

Luoghi comuni, finto sorriso, finto perbenismo.
Siamo umani in cammino anche perché proviamo il disagio emotivo.
Ebbene: SONO STANCO E STUFO!!!
Vivere in una società che imposta la sua vita come fosse "La passione di Cristo", una via crucis interminabile.
Vivere nel senso di colpa, nel ricatto emotivo di noi stessi e del prossimo, nell'attaccamento all'ego, al materiale, alle persone, al passato, sentire la devastante mancanza e lo straziante senso di solitudine, vivere nel bisogno degli altri come fossero oggetti da usare finché non abbiamo soddisfatto i nostri bisogni.

La cosa più devastante di tutto questo?
Che ci hanno insegnato a chiamarlo AMORE!!!
E noi come lobotomizzati non ci poniamo una fottuta domanda, un fottutissimo dubbio!?
Figuriamoci.
La razza intelligente, la razza superiore, la razza ariana, la razza civile e civilizzata, l'occidentale che vive l'agio e il benessere ed è uscito dalle caverne per entrare nel futuro.
L'essere umano che non deve chiedere mai!
Dov'è l'uscita di sicurezza per scappare da questa follia da stato di emergenza?
Esiste un luogo, un altro mondo, dove vivere una vita normale, fuori da questa ignoranza spaventosa?

"Extraterrestre portami via!" (Finardi)

"Fermate il mondo, voglio scendere!" (Buzzanca)


                                              05/07/2017 - Andrea Cusati

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie anticipatamente del commento che ti sentirai di lasciare. Un abbraccio.